4° Innsbruck-Salzburg

(per far apparire o scomparire le descrizioni delle immagini posizionare il cursore sulla foto (si ferma pure lo scorrere delle stesse) o spostarlo; le tre gallerie di immagini sono già mostrate nella prima riga in alto della finestra, cliccare lì)

In viaggio per Salzburg

[img src=http://www.theworldonwheels.net/wp-content/flagallery/il-viaggio-verso-linz/thumbs/thumbs_203-in-viaggio-per-salisburgo.jpg]550
Partenza prestissimo perchè ci aspetta una tappa molto lunga, 165 km. La prima della serie di quattro tappe particolarmente dure. Sappiamo che se ce la faremo a completare queste 4 non ci fermerà più nessuno!!
[img src=http://www.theworldonwheels.net/wp-content/flagallery/il-viaggio-verso-linz/thumbs/thumbs_204-in-viaggio-per-salisburgo.jpg]370
E’ un piacere pedalare per la bassa Austria. Piste ciclabili quasi ovunque e in ogni caso strade con poco traffico. Il paesaggio è sempre lussureggiante. Massimo pedala alla grande, Manu arranca.
[img src=http://www.theworldonwheels.net/wp-content/flagallery/il-viaggio-verso-linz/thumbs/thumbs_205-in-viaggio-per-salisburgo.jpg]290
Verso la conclusione della tappa si fa un passaggio in Germania per rientrare poi in Austria pochi chilometri prima di Salisburgo. D’obbligo la foto con il cartello che segna il confine fra Austria e Germania.
[img src=http://www.theworldonwheels.net/wp-content/flagallery/il-viaggio-verso-linz/thumbs/thumbs_206-in-viaggio-per-salisburgo-terrore-in-galleria.jpg]270
Uno dei momenti meno piacevoli del viaggio. Dobbiamo affrontare una galleria che scopriamo essere vietata alle biciclette. L’alternativa è fare una deviazione da aggiungere ai tantissimi km già percorsi oppure fare la galleria sullo strettissimo marciapiede con la bicicletta a mano. Optiamo per la seconda anche perchè inizia a essere tardi. La galleria è lunga qualche km, percorsi con autotreni che sfrecciano velocissimi a pochi centimetri. Per chi volesse fare la tappa mettere in conto di fare la deviazione.
[img src=http://www.theworldonwheels.net/wp-content/flagallery/il-viaggio-verso-linz/thumbs/thumbs_207-in-viaggio-per-salisburgo.jpg]340
Dai ragazzi che siamo quasi arrivati! Sembrate mezzi morti !! Sbaglio o i cerotti iniziano ad essere un po’ troppi?

L’emozionante incontro con Marko Feingold

[img src=http://www.theworldonwheels.net/wp-content/flagallery/il-castello-di-hartheim/thumbs/thumbs_208-salisburgo-con-feingold.jpg]70
Ecco Marko Feingold, sopravvissuto alla detenzione in diversi campi di concentramento e sterminio, fra i quali proprio quello di Auschwitz. Lo incontriamo alla veneranda età di 100 anni ma ne dimostra tranquillamente una ventina in meno. Pasteggia assieme a noi con gulasch e boccalone di birra. Alla salute!
[img src=http://www.theworldonwheels.net/wp-content/flagallery/il-castello-di-hartheim/thumbs/thumbs_208a-salisburgo-con-feingold.jpg]50
All’ingresso del ristorante saluta calorosamente una persona e si intrattiene a conversare affabilmente con lei inducendoci a pensare che sia un caro amico. A tavola ci confida invece che si trattava di una SS. Un brivido corre lungo la schiena… ma com’è possibile avere un rapporto amichevole? Sembra impossibile. Ci confida che si comporta così per fargli credere di essere amici semplicemente perché si diverte a prenderlo in giro… grande Marko, sei un mito !
[img src=http://www.theworldonwheels.net/wp-content/flagallery/il-castello-di-hartheim/thumbs/thumbs_208b-salisburgo-con-feingold.jpg]60
Dopo mangiato Marko ci rilascia volentieri un’intervista durante la quale ci racconta alcuni episodi dell’epoca. Ci racconta che ancora oggi una volta alla settimana visita le scuole per tenere lezioni di storia sul periodo del nazismo. Tenere lezioni di storia a 100 anni non è male, anche solo per una questione di memoria. Eccezionale incontro.
[img src=http://www.theworldonwheels.net/wp-content/flagallery/il-castello-di-hartheim/thumbs/thumbs_209-salisburgo-con-feingold.jpg]40
Dopo la liberazione è stato protagonista del salvataggio di migliaia di ebrei sopravvissuti allo sterminio aiutandoli a superare la frontiera con l’Italia senza essere scoperti. Per questo aprì un varco fra le montagne occupandosi personalmente di organizzare il viaggio.
[img src=http://www.theworldonwheels.net/wp-content/flagallery/il-castello-di-hartheim/thumbs/thumbs_210-salisburgo-con-feingold.jpg]60
Immancabile foto di gruppo. L’incontro con Marko Feingold resterà uno dei momenti più intensi ed emozionanti del viaggio. Non siamo nemmeno riusciti a pagare la cena che ha voluto assolutamente offrirci lui! Grazie di tutto!

Salzburg

[img src=http://www.theworldonwheels.net/wp-content/flagallery/linz/thumbs/thumbs_207a-in-viaggio-per-salisburgo.jpg]50
Arrivati a Salisburgo, anche la quarta tappa è conclusa!
In questa foto la fortezza: simbolo di Salisburgo. Troneggia sopra la città, può essere raggiunta o a piedi (con una salita di circa 10 minuti) o con la funicolare.
La fortezza che troneggia sopra la città è visibile già da lontano; è unica nel suo genere in Europa. Non è soltanto la più grande fortezza medievale d´Europa, ma fa anche parte delle fortezze meglio conservate. Sin dal 1900 occupa il secondo posto tra le più visitate attrazioni turistiche di tutta l´Austria e ospita oggi concerti ed eventi a Salisburgo.
Il panorama della città di Mozart così come dei monti e delle valli circostanti è spettacolare.
[img src=http://www.theworldonwheels.net/wp-content/flagallery/linz/thumbs/thumbs_207b-in-viaggio-per-salisburgo.jpg]40
Il ponte Makartsteg dal quale godere di una bellissima vista sulla città; in questa foto il fiume Salzach che attraversa la città
[img src=http://www.theworldonwheels.net/wp-content/flagallery/linz/thumbs/thumbs_211-salisburgo.jpg]30
Anche stasera Fabio visita la città in perfetta solitudine; i compagni di viaggio stanchi e preoccupati per la tappa di domani vanno a letto prestissimo. 🙁
[img src=http://www.theworldonwheels.net/wp-content/flagallery/linz/thumbs/thumbs_212-salisburgo.jpg]30
La Getreidegasse (parallela alla Griesegasse ma più interna) con i suoi famosissimi cartellini in ferro battuto, un simbolo delle corporazioni di una volta. Questa strada è la più famosa strada di shopping di tutta la città di Salisburgo e ospita la casa natale di Mozart. Il proseguimento è l’altrettanto ammirevole Judengasse.
[img src=http://www.theworldonwheels.net/wp-content/flagallery/linz/thumbs/thumbs_213-salisburgo.jpg]30
Grande piazza nel centro della città, in notturna
[img src=http://www.theworldonwheels.net/wp-content/flagallery/linz/thumbs/thumbs_214-salisburgo.jpg]20
Immagine della città di sera, tavolini all’aperto permettono di godersi la tranquillità della serata estiva in compagnia
[img src=http://www.theworldonwheels.net/wp-content/flagallery/linz/thumbs/thumbs_215-salisburgo.jpg]30
Altra immagine del centro della città in notturna
[img src=http://www.theworldonwheels.net/wp-content/flagallery/linz/thumbs/thumbs_216-salisburgo.jpg]30
Ponte sul fiume Salzach
[img src=http://www.theworldonwheels.net/wp-content/flagallery/linz/thumbs/thumbs_217-salisburgo.jpg]30
I lucchetti di Moccia sono arrivati pure qua !!
[img src=http://www.theworldonwheels.net/wp-content/flagallery/linz/thumbs/thumbs_218-salisburgo.jpg]30
La Makartplatz, dove c’è la casa d´abitazione di Mozart che oggi ospita un interessante museo.
[img src=http://www.theworldonwheels.net/wp-content/flagallery/linz/thumbs/thumbs_219-salisburgo.jpg]20
La casa abitazione di Mozart. Non è la casa natale del musicista che si trova invece in Getreidegasse, sull’altra riva del fiume.
[img src=http://www.theworldonwheels.net/wp-content/flagallery/linz/thumbs/thumbs_220-salisburgo.jpg]30
Ancora la casa abitazione di Mozart in Makartplatz
[img src=http://www.theworldonwheels.net/wp-content/flagallery/linz/thumbs/thumbs_221-salisburgo.jpg]20
La strada più antica e conosciuta di Salisburgo: la Linzer Gasse.
Il centro storico di Salisburgo è come un prezioso gioiello: non si può far a meno semplicemente di ammirarlo. Posta pittorescamente tra il fiume Salzach e due colli cittadini, da secoli affascina turisti e suoi abitanti, scrittori e poeti. La città vecchia di Salisburgo fa parte del patrimonio culturale mondiale dell’UNESCO e offre continuamente scorci incantevoli: sia in estate che in inverno. Le strette strade come questa invogliano a gironzolare senza meta e a fare shopping e, tra le antiche mura, ci sono numerose mostre da visitare. Per rimettersi in forze, poi, nei tipici caffè austriaci vengono servite ottime specialità di caffè, dolci e strudel.