Dario Montana

Fratello di Beppe Montana, della squadra mobile di Palermo, ucciso giovanissimo nel 1985 per aver amato il proprio lavoro e per aver provato a farlo con passione fino in fondo e a qualunque costo…invitiamo tutti a leggerne la storia…da leggere anche il libro di Jole Garuti che racconta efficacemente di quegli anni: “In Nome del figlio”…

Dario ci ha detto che :
“la memoria non è per ricordare il passato, ma per decidere quale futuro vogliamo”

“non può esistere un’antimafia fuori dallo Stato, semmai ci sono pezzi dello Stato che sono fuori dallo Stato, quello fondato sui valori della Costituzione”

“tutti i criminali desiderano per i propri figli una vita diversa, migliore, tranne i mafiosi…”

“fare antimafia oggi significa poter mostrare un futuro diverso ai giovani, soprattutto a quelli che provengono da ambienti mafiosi”